sabato 4 ottobre 2014

RECENSIONE: The Secret, Rhonda Byrne

Buonasera, lettori.
A voi sembra che ogni tanto vi abbandoni, ma poi torno sempre a casa, e questo lo sapete. Le mie scuse sono sempre le stesse, studio, volontariato, tanti impegni e poco tempo, ma lo sapete già, e spero che abbiate imparato ad avere un po' di pazienza nei miei confronti.
Questa sera, in un momento di tranquillità, ho deciso di scrivere la recensione di 'The Secret' e di postarvela.

Rhonda Byrne 
The secret

"The secret" contiene la saggezza dei maestri del mondo moderno, uomini e donne che l'hanno usato per procurarsi ricchezza, salute e felicità. Mettendo in pratica la conoscenza del Segreto portano alla luce storie ammirevoli che riguardano la sconfitta della malattia, l'acquisizione di ingenti ricchezze, il superamento di ostacoli e il conseguimento di obiettivi da molti ritenuti irraggiungibili






Ho rimandato a lungo la stesura di questa recensione, perché giuro di non avere idea di come impostare il tutto.
Penso che ‘The secret’ sia un libro da prendere con le pinze (concedetemi l’espressione). E’ uno di 
quei libri che può essere in grado di stravolgerti la vita – come raccontato dai testimoni che si sono cimentati nella scrittura del libro-  o che, al termine della lettura, può farti fare una grassa risata. Tutto dipende da ciò in cui si è scelto di credere. Se siete persone che non credono in qualcosa di astratto, ultraterreno o che comunque si rifiutano di accettare un qualcosa di cui non si hanno prove concrete, allora non avvicinatevi neanche a questo libro, non è decisamente una lettura adatta a voi. Se invece avete voglia di conoscere qualcosa di nuovo, che siate disposti ad accoglierlo nella vostra vita o meno, cimentatevi nella lettura. 
Io per prima, non riesco ancora ad inquadrare bene questo fantomatico ‘segreto’. I miei pensieri oscillano come un’altalena ed è proprio per questo che non sarà facile scriverne una recensione, dato che io per prima non ho esattamente le idee chiare.

‘Il segreto’ di cui parla il libro, è la cosiddetta ‘legge di attrazione’. Lo dico senza riserve, poiché è una cosa che si scopre subito, sin dalle prime pagine, quindi non vi sto dicendo nulla di che. In questo caso il fattore sorpresa non serve a nulla.
Secondo questa legge, la mente umana è la più potente risorsa che il mondo abbia mai visto, in grado

di donare all’uomo qualsiasi cosa egli desideri, a partire da sciocchezze come una maglietta nuova, fino ad arrivare alla ricchezza, all’amore, la fama o qualsiasi altra cosa sia oggetto di desiderio. La nostra mente è una calamita, in grado di attrarre tutto ciò di cui necessitiamo, che ci viene donato dall’ Universo. (Nel libro con Universo si intende una forza superiore, potente, che a seconda delle diverse convinzioni, può essere Dio o qualsiasi altra persona/cosa). Dietro a questo semplice concetto, ci sono dietro tantissime riflessioni e tante considerazioni che mi permetterebbero di parlare per ore, ma non voglio annoiarvi. 

Se da un lato però quest’idea mi ha un po’ fatto sorridere a prima vista, e mi ha fatto pensare di trovarmi davanti una buffonata, devo ammettere che qualcosa questo libro me l’ha lasciata. Ci sono delle parti del libro –non è diviso in capitoli- che mi hanno fatta ragionare parecchio, e che mi hanno permesso di rendermi conto di alcune piccole cose, che nell’insieme riescono a cambiarti un po’ la vita.
Quante volte ci concentriamo su un fatto che vorremmo non accadesse? Eppure, se ci facciamo caso, concentrandoci proprio sugli aspetti negativi e sulle conseguenze che quell’evento potrebbe avere nella nostra vita, automaticamente ci concentriamo su fattori negativi, che innescano una reazione a catena, portandoci poi ad essere un cumulo di energia negativa, sia per noi stessi che per chi ci sta intorno. Se provassimo invece a concentrarci sui benefici di quella determinata cosa, o sulla certezza che tutto vada per il meglio, automaticamente si genereranno energie positive, il che andrà sicuramente a beneficio della persona stessa. Sono sciocchezze, che però riescono a darti un piccolo contributo.
Sicuramente parecchie, tante, delle cose scritte, mi hanno un po’ fatto storcere il naso, e ritengo che un pizzico di fantasia in più sia stato aggiunto alla storia, ma è senza dubbio uno di quei libri che ti porta a riflettere, ti fa porre delle incredibili domande a te stesso, alla quale magari non hai risposta, e riesce anche a cambiare una piccola parte di te, qualcuna delle tue abitudini. Adesso per esempio, al mattino ho preso l’abitudine di ringraziare per tutto ciò che quella giornata avrà da offrirmi, e per tutte le cose che sono per me motivo di felicità e gioia, in modo da cominciare la giornata con una marcia in più, pensando a ciò che c’è di positivo nella mia vita, piuttosto che a tutti i doveri e le incombenze da affrontare.

Voto: 



Allora, che ne pensate? Spiegare un po' i miei 'sentimenti' nei confronti di questo libro è stato difficile, e mi rendo conto che la recensione possa apparire un po' confusa, ma spero che leggere qualcosa a proposito di questo libro vi abbia fatto piacere.

Un abbraccio,
Alice

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai apprezzato il post, lascia un segno del tuo passaggio. Mi fa sempre piacere leggere i vostri commenti:)