mercoledì 10 settembre 2014

RECENSIONE: Vita di Tara, Graham Joyce

Buon pomeriggio, lettori.
Come va? Come state trascorrendo il pomeriggio? Io oggi ho deciso di prendere un po' di pausa, e dedicare un po' di tempo a me stessa. Mi son preparata una bella camomilla, ho tirato fuori i miei biscotti preferiti dalla dispensa e ho alternato la stesura di alcuni post per voi, un paio di buoni libri e la serie tv che sto seguendo adesso. In più oggi qui in Sicilia il tempo è un po' grigio, ed è la giornata ideale per stare a casa a rilassarsi. Insomma, un Paradiso.
Adesso però basta con le chiacchiere e passiamo al post di oggi!
Nel gadget che è recentemente stato aggiunto in sidebar trovate tutte le recensioni in arrivo sul blog, perciò come promesso, ecco qui la mia opinione circa 'Vita di Tara', di Graham Joyce, libro gentilmente inviatomi dalla Casa Editrice che ringrazio ancora.



Vita di Tara
Autore: Graham Joyce
Editore: Gargoyle Books
Prezzo: €18,00
Pagine: 368
TramaDopo il pranzo di Natale Peter Martin riceve una telefonata concitata dal padre che gli chiede di raggiungerlo subito perché qualcosa di sorprendente è accaduto alla loro famiglia. Al suo arrivo, Peter ritrova Tara, la sorella adolescente scomparsa misteriosamente vent’anni prima.
Cosa le è accaduto? E dove è stata in questi lunghi anni? La storia di Tara ha dell’incredibile: ha conosciuto uno straniero nella foresta degli Outwoods ed è stata con lui per mesi in un… mondo parallelo. Per la sua famiglia è impossibile crederle, ovviamente, eppure il cor­po di Tara non è invecchia­to affatto nonostante siano passati vent’anni. L’uni­co che sembra essere dalla sua parte è il suo primo amore, Richie, ma un uomo misterioso la pedina tentando in tutti i modi d’impedirle di riavvicinarsi a lui.
Spetterà allora allo psichiatra, il dottor Underwood, scoprire quali segreti nasconde la mente di Tara e riportare così ai Martin la ragazzina che avevano perduto.
Con una scrittura vivace e coinvolgente, Graham Joyce ci racconta una storia che, come un incantesimo, ci rapisce e ci porta in un mondo dove la realtà incontra la leggenda.


‘Vita di Tara’ è sicuramente un libro difficile da recensire e da classificare, prova ne è il fatto che fino alla fine il mio giudizio non cessava di altalenare.
Senza alcun dubbio la trama è in grado di catturare dell’attenzione del lettore, con quella storia un po’ particolare e quella che sembra essere la giusta dose di mistero. Tuttavia, durante lo sviluppo della lettura mi son trovata ad arricciare il naso per questo o quell’altro particolare, e le mie altissime aspettative sono un po’ state deluse.
Una cosa che mi è piaciuta tanto è stata la capacità dello scrittore di narrare la storia con due punti di vista assolutamente opposti, il che, chiaramente, non è facile. Il lettore si trova davanti due versioni della storia, quella narrata secondo una visione realistica del mondo, e un’altra invece dettata dalla fantasia e dalla più fervida immaginazione.

E’poi compito suo scegliere quale versione scegliere, qual è quella che più gli si addice. Il romanzo è costruito veramente bene, poiché lo scrittore è riuscito a far sì che ogni singola storia, ogni singolo intreccio trovasse il suo incastro nell’insieme e creasse un puzzle perfetto, ma ciò che è mancato, a pare mio, è stato un po’ più di originalità. Graham Joyce è stato bravo a descriverci il mondo fantastico in cui Tara è entrata a far parte, riuscendo ad evocare immagini, sensazioni e colori, ma avrebbe potuto velare la storia con una dose di mistero in più, coinvolgendo completamente il lettore, e spingendolo a chiedere di sapere sempre più, facendogli divorare le pagine fino all’arrivo dell’ultima e facendolo sentire soddisfatto soltanto quando anche quell’ultima era stata letta, cosa che a me non è successa.
Tirando le somme lo definirei un libro carino, ma di sicuro non uno dei miei preferiti. Durante la lettura di alcuni capitoli capitava che mi annoiassi parecchio, e mi è sembrato che qualcosa mancasse per far sì che l’insieme funzionasse alla perfezione.
Devo ammettere di non aver apprezzato la scelta di cambiare il titolo originale del romanzo, a parer mio molto più adeguato.

Voto: 






Allora, cosa ne pensate voi? So già che in tanti l'avete letto e amato, ma sono comunque curiosa di sapere il parere di tutti voi!

21 commenti:

  1. Io non l'ho disprezzato, ma mi aspettavo di più... Mi aveva stregato la copertina e la trama... MA non è il fantasy che mi aspettavo!

    RispondiElimina
  2. A me è piaciuto! Sono impazzita a star dietro a Tara. Comunque sono d'accordo con te sul fatto che si tratta di un libro difficile da recensire, io ho avuto difficoltà anche nell'inquadrarlo come genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti hai proprio ragione, non è un semplice fantasy e tutti hanno riscontrato difficoltà nell'inquadrarlo|

      Elimina
  3. sembra molto carino, ma pensavo fosse qualcosa di più..eccezionale, ecco.

    RispondiElimina
  4. L'ho ricevuto anch'io e credo che sarà una delle mie prossime letture! :)
    Bella recensione comunque, non vedo l'ora di dire anch'io la mia.
    Un bacccciooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro non mi perderò la recensione! :)

      Elimina
  5. A me è piaciuto, gli ho dato 4 stelline mi pare..
    Però mi riconosco benissimo in alcuni tuoi pensieri: alcune parti avevano annoiato molto anche me e a volte la storia proseguiva troppo lentamente.. Quindi, tutto sommato, è stata una lettura particolare ed interessante, anche se sicuramente non un libro stupefacente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me quattro stelline sembravano davvero troppe, ero addirittura più propensa a dargliene due e mezzo..

      Elimina
  6. Credo sia, per l'appunto, un libro particolare. Se ci si aspetta un fantasy classico questo libro non potrà soddisfare le aspettative e sicuramente la cover, anche se bellissima, trae un po' in inganno.
    Personalmente l'ho apprezzato molto, mi è piaciuto moltissimo come l'autore è riuscito a mischiare realtà e fantasia fino a portare il lettore a chiedersi realmente cosa sia vero e cosa no. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa che ho apprezzato di più è stata infatti la sua capacità di mettere realtà e fantasia sullo stesso piano, ma sicuramente mi aspettavo un libro diverso! Probabilmente sono rimasta un po' delusa perché le mie aspettative erano fin troppo alte :)

      Elimina
  7. Io continuo ad avere voglia di leggerlo perché sono proprio curiosa di farmi un'idea mia su questo libro! Magari cerco di non partire con delle alte aspettative, così forse non rimarrò delusa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vally, hai detto proprio bene! Cerca di leggerlo senza troppe pretese, e magari riuscirà a sorprenderti :)

      Elimina
  8. Io ancora non l'ho letto e c'è l'ho in lista...continuo ad essere curiosa...^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo quando puoi, ma magari senza troppe pretese:)

      Elimina
  9. Anche a me incuriosisce molto, non pensavo però che fosse così difficile recensirlo! :)

    RispondiElimina
  10. Mi è arrivato proprio in questo momento, Ally. Non vedo l'ora di leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esse, poi fammi sapere che ne pensi.d

      Elimina
  11. Mi ero persa questo romanzo, ma oggi ho visto la bellissima cover e la tua recensione mi è saltata subito agli occhi. Devo dire che ne sono incuriosita: mi sembra davvero molto particolare. Anche se ti ha un po' delusa, se mi capiterà, penso che gli darò una chance ;)

    RispondiElimina

Se hai apprezzato il post, lascia un segno del tuo passaggio. Mi fa sempre piacere leggere i vostri commenti:)