domenica 25 maggio 2014

Be Talking about #4

Buon pomeriggio lettori:)
Ultimamente sul blog ci sono soltanto i soliti post di routine -certe volte neanche quelli- e vi chiedo scusa, ma gli esami si avvicinano e ce la sto mettendo tutta per far sì che vadano bene, quindi la maggior parte del tempo la dedico allo studio e il tempo per voi è pochissimo, non riesco neanche a rispondere ai vostri commenti, cosa che mi dispiace da morire. 
Dati i risultati del sondaggio dovrei anche creare la pagina Facebook, ma dubito che riuscirei a trovare del tempo da dedicargli in questo periodo. Penso di rimandare tutto a quest'estate, quando il mio tempo libero sarà tutto per voi e i libri. Non vedo l'ora.

Oggi ho dieci minuti liberi, e ho deciso di pubblicare un post della rubrica 'Be talking about', giusto per uno scambio di opinioni con voi, che mi fa sempre piacere.

Rubrica ideata dal blog Reading With Love in cui vi parlerò un po' di tutto quello che mi interessa,o che ritengo possa essere un valido argomento per uno scambio di opinioni. 

E-Book o Cartaceo?
Ebbene sì, oggi parliamo proprio di e-book e cartacei. 
Sin da quando sono comparsi i primi ebook, son cominciate le prime polemiche e i primi dibattiti tra chi sosteneva che i libri veri fossero solo quelli che si potevano sfogliare e di cui potevi sentire l'odore, e chi controbatteva dicendo che bisognava aprirsi alla tecnologia e imparare ad accettare i cambiamenti.

Oggi mi andava di sentire la vostra opinione a riguardo.
Io personalmente sono una che ama le novità, e di solito faccio di
tutto per mettermi al passo con la tecnologia, è una cosa che mi piace da matti, ma sui libri non transigo. 
Chiamatemi pure 'all'antica' se volete, ma io proprio non ce la faccio a leggere gli e-book. 
portatemi lì, per favore.
Ultimamente non fanno che apparire sul mercato e-reader e compagnia bella e tutti continuano a ripetermi che si risparmia un sacco, ma ogni volta che mi convincono e leggo un libro sul tablet o sul cellulare, va a finire che lo compro lo stesso.
Per me libro significa la carta, il rumore delle pagine quando si sfogliano e il meraviglioso profumo di inchiostro. Sembro psicopatica, i know. Non lo sono,tranquilli.
E poi, diciamocelo, ogni volta che arriva qualcuno in casa e guarda la mia libreria, resta sbalordito ed esordisce con una frase tipo 'ooh, ma quanti bei libri. Ti piace leggere, eh?' e non è una bella soddisfazione? ahahah.
Adoro l'effetto che fanno sugli scaffali e sono l'unica cosa che di tanto in tanto mi piace rimettere in ordine e spolverare. Ne sono orgogliosa.
Voi che ne pensate? In tanti dei vostri blog leggo spesso di letture e-book e sono proprio curiosa di sapere quale sarà la vostra risposta, questa volta.

Con tanto tanto amore,
Parole di carta

18 commenti:

  1. io sono pienamente d'accordo con te.. è da tempo ormai che mio padre cerca di convincermi a comprare il Kindle ma io proprio non demordo!
    piuttosto dell'ebook, prendo i libri in biblioteca!
    ho provato a leggere qualcosa tramite un e-reader sul cellulare, ma l'ho abbandonato quasi subito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, che bello trovare qualcuno con la mi stessa opinione!:)

      Elimina
  2. Stella mia... su un altro blog visto che dichiaravao apertamente di preferire di gran lunga i classici libri di carta, quelli che si riempiono di polvere, che costano più cari, che occupano tanto spazio ma che hanno dalla loro il loro dolce peso tra le mie mani, il fruscio della carta, il profumo delle parole (ognuna il suo) mi sono sentita dire che parlavo così perchè conto balle e non leggo.
    Non mi interessa cosa possono pensare gli altri. Io leggo, Io amo la carta. Io adoro il libro tradizionale. Sono anche un po disgraziata nel senso che lo amo ma non lo venero e se devo prenderci appunti sopra lo faccio. Diciamo che i miei libri sono vissuti. Letti. Riletti. Anche scarabocchiati. Ma ad esempio leggeno Cèline mi sono venute in mente alcune cose riguardo al libro e le ho scritte. A futura memoria. Per non dimenticarle mai.
    In più, ammetto anche la comodità dell'e reader ma midanno fastidio gli occhi già con il monitor del pc. Con l'ereader.... non so!
    Detto questo...... viva la carta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patricia, non hai idea di quanto io sia d'accordo con te!
      Spesso mi criticano perché sottolineo i miei libri, ma come dici tu, un libro va vissuto. Non va letto e tenuto immacolato, altrimenti non avrebbe senso. Un libro serve ad insegnare qualcosa, a migliorarci e ad aprirci gli occhi, e se non sottolineiamo ciò che più ci colpisce, o se non ci appuntiamo su qualcosa di importante, diventa privo di senso.
      Tra l'altro a me piace anche riaprire i 'vecchi' libri, e vedere ciò che avevo sottolineato in precedenza, spesso mi fa rendere conto di quanto sia cambiata negli anni.
      Ti abbraccio forte:)

      Elimina
    2. A parte il fatto che i libri sono i miei e quindi in teoria è affar mio se li sottolineo, è proprio un annotare subito le sensazioni o i pensieri che una determinata frase o parola mi fa provare. Poi, effettivamente dopo anni, magari la vedo diversamente, almeno in parte.
      Dei miei libri comunque, si può anche di tutto, anche che stanno bene in libreria ma non si potrà mai dire che non sonno stati usati.
      Ciao carissima!

      Elimina
  3. Sono d'accordo con te. Adoro i cartacei, ma purtropp non posso fare a meno degli ebook :/ un libro costa tanto oggigiorno e sinceramente per una come me, che non lavora ma studia, è difficile comprare in cartaceo tutto ciò che vorrei leggere.anche se mi piacerebbe tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io studio, ma preferisco fare qualche sacrificio in più.. non riesco proprio a rinunciare ai libri cartacei

      Elimina
  4. io ero una di quelle che non voleva neanche vedere gli ebook ma ora non potrei farne a meno..Quindi ti comprendo benissimo :D leggendo 10 libri al mese ti assicuro che dopo un po' fai i tuoi conti :P lo trovo comodo perché posso ingrandire i caratteri e non affatica la vista assolutamente ...al sole è meglio di un libro di carta poichè non rimani abbagliata dalle pagine bianche :P in più c'è il problema spazio.. avrò 500 libri.. non so più dove metterli e di certo non li rivendo per far spazio ad altri.. C' è anche il fatto che degli autori che adoro non comprerei mai l'ebook ma prendo subito il cartaceo. Un po' alla volta mi sono staccata dal libro cartaceo anche se la cosa migliore rimane assolutamente quella di toccarlo con mano :) ma non dimentichiamo che è il contenuto che rimane e le emozioni che quel libro ci ha dato ;) ciaooo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse più in là mi convincerò, ma al momento preferisco i miei bei libri cartacei:)
      Grazie comunque per i preziosi suggerimenti!

      Elimina
  5. Io sono ancora del club : o il cartaceo o la morte...
    Ma ho il timore che presto, per questioni economiche, potrei anche cambiare idea....
    Ma non abbandonerei mai del tutto i miei amatissimi libri fisici!!

    RispondiElimina
  6. Ciao!!io sono sempre stata una fanatica del cartaceo e come alcune di voi anche io li sottolineo e ci scrivo sopra ma devo ammettere che da quando mi è stato regalato l'ebook non posso che ammetterne l'utilità.Sono disoccupata e senza non potrei più leggere e poi in alloggio tutti i libri non ci stanno così compro in cartaceo solo quelli indimenticabili!!!vi assicuro che è un ottimo compromesso!

    RispondiElimina
  7. io amo il cartaceo e se potessi comprerei libri su libri, purtroppo non ho molto spazio a disposizione e alcuni libri li ho dovuti portare in solaio ( con mio sommo dispiacere) =(
    Io sono un affezionata della biblioteca, ogni settimana passo da li..
    Per ora non ho nessun lettore e-reader, ma ne sto valutando enormemente l'acquisto, più che altro per una questione di spazio. Leggendo molto sui mezzi pubblici il kindle è molto più pratico e comodo dei tomoni che ho sempre dietro on me!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ha alcuni vantaggi, ma non so.. per me la carta è sempre la migliore!

      Elimina
  8. Non sai quanto sono d'accordo!
    E' inutile dire che odio leggere gli e-book, non posso farci nulla. Per me un libro è fatto di carta e inchiostro, devo poterne sfogliare le pagine e devo poter ammirare tutte queste belle creature sugli scaffali. E' praticamente inutile che io legga qualcosa in e-book, ogni qualvolta lo faccio,come te, finisco in libreria per comprarlo in cartaceo!
    E' una 'battaglia' persa quella tra libri in cartaceo e e-book, i libri trionferanno sempre e comunque! ^-^

    RispondiElimina
  9. Vedo che sono in buoa compagnia.... che bello!
    Dunque: due librerie, sotto cira mille libri in tre file, messi coricati sopra... sono so pi dove sistemarli!
    Sopra c'è una libreria vecchissima che mi aveva fatto mio papà ancora. E' zeppa zeppa. Libri di scuola (quelli di letteratura miei, del marito e della figlia) e poi tutti i libri che la giovincella leggeva quando era.... giovincella... ahahahaah se mi sente!
    Senza contare quelli suoi delle fiabe di quando era piccina. Perchè buttarli??? Finchè ci stanno!

    E parafrasando Edoardo Bennato.......

    Viva la carta,
    a cui io sono affezionata
    così elegantemente anni novanta
    Sempre così precisa

    Ciaoooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  10. Mi trovi d'accordo con te! Amo i libri e fin'ora non ho ancora sentito alcuna necessità di comprare un e-reader! Soprattutto perché sono super affezionata alla mia libreria e non ne potrei fare a meno. Finirebbe che non solo comprerei l'ebook ma finirei per comprare anche il libro! Sicuramente la comodità di un e-reader, quando si viaggia, è notevole...magari prima o poi finirà che ne comprerò anche io uno, ma fondamentalmente il mio amore per i libri è strettamente legato al mio amore per quell'oggetto fisico, che posso sfogliare, annusare, tenere in mano e sgualcire mettendolo in borsa!*.*

    RispondiElimina

Se hai apprezzato il post, lascia un segno del tuo passaggio. Mi fa sempre piacere leggere i vostri commenti:)